Approvato all’unanimità il Bilancio Preventivo 2019 della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara

Nell’aula Consiliare del Comune di San Giovanni Suergiu, sabato 9 febbraio u.s., con la partecipazione dell’80% dei Soci Fondatori è stato approvato all’unanimità il Bilancio Preventivo 2019 della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara.

Con un impegno finanziario di oltre 3.200.000 euro, interamente coperto dai soci, dall’UE, dallo Stato e in prevalenza dalla Regione Sarda, sarà possibile proseguire nella straordinaria opera per rendere sempre più agevolmente percorribile e sempre più ospitale il Cammino Minerario di Santa Barbara. In particolare, con l’approvazione del Bilancio Preventivo 2019 sarà possibile met-tere in atto prioritariamente le seguenti azioni e interventi:

1. Definire il Piano Strategico del CMSB;

2. Proseguire gli interventi infrastrutturali per migliorare l’accessibilità e la percorribilità del Cammino Minerario di Santa Barbara;

3. Mettere in opera la segnaletica definitiva e la cartellonistica;

4. Organizzare e rendere operativo un sistema di ospitalità pellegrina a donativo sul modello di quello esistente lungo il Cammino di Santiago e lungo la Via Francigena attraverso la rigenerazione di vecchie strutture minerarie che contribuirà a riportare vita e lavoro nei villaggi minerari abbandonati;

5. Installare fontanelle in tutte le tappe del CMSB per la fornitura di acqua potabile e fresca;

6. Completare la progettazione e avviare le prime azioni per la fruizione dell’ippovia e della ciclovia del CMSB;

7. Definire il progetto per la realizzazione della rete Wi-Fi lungo l’intero percorso del CMSB;

8. Dare avvio alla prima edizione del festival di musica classica del CMSB;

9. Stampare la seconda edizione della guida del CMSB con la traduzione in inglese e tedesco;

10. Dare avvio alla costituzione della partnership europea per la candidatura del CMSB tra gli Itinerari Culturali Europei del Consiglio d’Europa.

In tal modo, il piacere di alcuni volontari iniziato 10 anni fa per riscoprire storia e bellezza degli antichi sentieri dei minatori, poi diventato passo dopo passo un sogno collettivo immaginato camminando, si avvia a diventare una piccola/grande realtà capace di contribuire allo sviluppo sostenibile del Sulcis Iglesiente Guspinese e della Sardegna.

Tutto ciò si sta realizzando concretamente grazie alla motivazione e all’impegno dei nostri 60 dipendenti, alla lungimiranza, alla condivisione e al sostegno dei Comuni, delle Diocesi, del Consiglio e della Giunta Regionale.

Ma soprattutto grazie ai tanti PELLEGRINI/ESCURSIONISTI italiani e stranieri che percorrono il Cammino Minerario di Santa Barbara dimostrando che il futu-ro sostenibile per il quale era stato “sognato il cammino” è già iniziato.

A TUTTI LORO UN’INFINITA RICONOSCENZA !!!

BELLEZZA E STUPORE Cammini, pellegrinaggi e ospitalità

Questi i messaggi lanciati dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) per promuovere i Cammini religiosi italiani con il suo apprezzatissimo padiglione presentato alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT) di Milano.

Un prestigioso riconoscimento e una importante occasione per il Cammino Minerario di Santa Barbara che per la prima volta ha potuto partecipare alla più grande fiera italiana del turismo suscitando interesse e ottenendo notevole attenzione da tantissimi operatori e appassionati del turismo religioso italiano.

Un sentito ringraziamento all’Ufficio Nazionale per il Tempo Libero, Turismo e Sport della CEI e al Direttore Don Gionatan De Marco in particolare che ha deciso di offrire alla Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara questa straordinaria opportunità.

PRESENTATA QUESTA SERA LA CICLOVIA DEL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA

Il Direttore del CIREM Prof. Italo Meloni, con la partecipazione dei Sindaci del territorio e di numerosi cittadini, ha presentato questa sera il progetto per la costruzione della CICLOVIA del Cammino Minerario di Santa Barbara. Si tratta di un PERCORSO TEMATICO collegato alla grande RETE CICLOVIARIA della Sardegna, voluta dalla Regione Sarda e progettata dallo stesso CIREM, che sta suscitando grandissimo interesse ancor prima della sua inaugurazione.

PRESENTAZIONE DELLA CICLOVIA DEL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA

A DISTANZA DI MENO DI UN ANNO dalla firma del PROTICOLLO DI INTESA tra la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara (CMSB), il Centro Interuniversitario Ricerche Economiche e Mobilità (CIREM) diretto dal Prof. Italo Meloni e il Centro Regionale di Programmazione (CRP) diretto dal Dott. Gianluca Cadeddu, è stato completato il PROGETTO per la REALIZZAZIONE della CICLOVIA del CMSB.

Il progetto verrà presentato VENERDI 8 FEBBRAIO ALLE ORE 16.30 nel Centro Sociale del Comune di Piscinas, il più piccolo comune del CMSB che conta molta vivacità e tanti appassionati nella pratica del cicloturismo.

Si tratta di un PERCORSO TEMATICO collegato alla grande RETE CICLOVIARIA della Sardegna, voluta dalla Regione Sarda e progettata dallo stesso CIREM, che sta suscitando grandissimo interesse ancor prima della sua inaugurazione come dimostra la partecipazione di centinaia di cicloamatori alle ultime due escursioni organizzate dalla Fondazione CMSB nel Basso Sulcis.

GRAZIE al Prof. Italo Meloni e al suo staff per aver elaborato il progetto con tempestività e competenza, GRAZIE al Dott. Gianluca Cadeddu per aver sostenuto con determinazione il progetto in attuazione della delibera della Giunta Regionale PER LA VALORIZZAZIONE DEL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA.

IL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA CON LA CEI ALLA BIT DI MILANO

Dopo l’importante inserimento nel volume della PONTIFICIA FACOLTA’ TEOLOGICA DELLA SARDEGNA sui CAMMINI RELIGIOSI della Sardegna, un altro prestigioso riconoscimento per il CMSB arriva dall’Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della Conferenza Episcopale Italina (CEI) che ha deciso di offrire alla Fondazione CMSB uno spazio importante nel suo PADIGLIONE della Borsa Internaziinale del Turismo (BIT).

LA PIÙ GRANDE FIERA ITALIANA DEL TURISMO che si terrà a Milano dal 10 al 12 febbraio prossimi, sarà un’altra straordinaria occasione per far conoscere il CMSB, già percorso da migliaia di pellegrini/escursionisti italiani e stranieri, e per promuovere il territorio del Sulcis Iglesiente Guspinese e l’immagine della Sardegna attraverso l’offerta di un nuovo PRODOTTO TURISTICO SOSTENIBILE che sta generando NUOVE STAGIONI per i flussi turistici della Sardegna.

Un’ippovia nel Cammino Minerario di Santa Barbara

Articolo dell’ Unione Sarda del 29 Gennaio 2019.

E’ stato presentato a San Giovanni Suergiu il primo corso per assistente tecnico equestre promosso dalla Fitetrec-Ante nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto con la Fondazione che ha ideato l’itinerario turistico religioso nel Sulcis Iglesiente che si potrà percorrere anche a cavallo.

GIOIA E BELLEZZA NELL’ ESCURSIONE DI QUESTA MATTINA NEL COMUNE DI SANT’ANNA ARRESI

Nonostante le avverse previsioni meteo, 200 ESCURSIONISTI A PIEDI, 100 IN BICICLETTA e 65 a CAVALLO hanno camminato assieme dal grande nuraghe Arresi alla pineta di Candiani passando nello straordinario contesto naturalistico degli stagni e delle dune di Porto Pino.

Con l’ingresso del Comune di Sant’Anna Arresi nella Fondazione il CMSB si è arricchito di un immenso patrimonio storico culturale e paesaggistico ambientale generando un grande beneficio per la comunità locale.

Dal monastero del Buon Cammino ad Iglesias è partito questa mattina il pellegrino coreano Junhee Kim.

Questa mattina, con la timbratura della credenziale da parte delle monache del monastero del Buon Cammino di Iglesias, ha iniziato a percorrere il Cammino Minerario di Santa Barbara (CMSB) il giovane pianista coreano Junhee Kim, in Sardegna per conoscere attraverso il CMSB le bellezze paesaggi-stiche del territorio.


Prima della partenza, davanti alle telecamere della RAI, il pianista ha interpretato magistralmente due brani di musica classica in tandem con Suor Marta alla chitarra.

Il Sindaco di Iglesias Mauro Usai, che ha voluto cortesemente portare al giovane pellegrino il saluto della città, ha rilevato come il CMSB stia suscitando sempre più interesse in Italia e all’estero richiamando turisti anche in questo periodo di bassa stagione per il turismo della Sardegna.


Alla presenza di altri pellegrini sardi che hanno già percorso interamente il CMSB e della pellegrina francese Fernande Dufaud, in Sardegna per inaugurare la mostra dei suoi acquerelli realizzati a conclusione della percorrenza dei primi 200 km del CMSB, le monache del Buon Cammino hanno augurato un buon cammino al pellegrino coreano con un canto dedicato al CMSB che arricchisce con l’arte della musica e del canto il significato reli-gioso e spirituale che accompagna i pellegrini che si apprestano a percorrere il CMSB nella gioia, nella bellezza e nella speranza.

Inaugurata ieri sera la mostra di acquerelli sul Cammino Minerario di Santa Barbara della pellegrina francese Fernande Dufaud.

Ieri sera nella magnifica cornice della chiesa di San Francesco ad Iglesias la Fondazione CMSB ha inaugurato la straordinaria collezione di acquerelli sul Cammino Minerario di Santa Barbara realizzata dalla pellegrina fran-cese Fernande Dufaud dopo aver concluso il 29 luglio 2018 la percorrenza a piedi dei primi 200 km del CMSB.

Le belle opere d’arte della dimensione di 55×35 cm sono state presentate dalla stessa autrice la quale ha riferito di aver trovato ispirazione per la realizzazione dei dipinti nella bellezza del grande patrimonio storico-culturale, paesaggistico-ambientale e religioso-spirituale che ha incontrato lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara.

Per questa ragione, ha proseguito la Dufaud, “ritornerà nei prossimi mesi a completare la percorrenza dei restanti 400 km del Cammino Minerario di Santa Barbara nel settore meridionale del Sulcis-Iglesiente che sarà anch’esso di grande fascino e bellezza come racconta Giampiero Pinna nella sua Guida”.

L’arte dei pellegrini/escursionisti in omaggio al Sulcis Iglesiente Guspinese per arricchire di cultura, di bellezza e di speranza il contributo per lo sviluppo sostenibile del territorio che sta generato il Cammino Minerario di Santa Barbara. Grazie alla disponibilità dei volontari che curano e custodiscono la chiesa di San Francesco, la mostra potrà essere visitata fino al 3 febbraio 2019.