Alla ripresa dopo il lockdown C0NTINUA IL FLUSSO DI PELLEGRINI SARDI E CONTINENTALI lungo il CMSB

Nella cappella dedicata a Santa Barbara nella chiesa medioevale di San Francesco ad Iglesias è stato consegnato ieri sera IL TESTIMONIUM al PELLEGRINO EMILIANO Andrea che ha percorso puasi 200 km del Cammino Minerario di Santa Barbara.

“Parto pieno di gioia e di stupore dopo aver percorso il primo tratto di questo meraviglioso itinerario e ritornerò presto per completare l’intero Cammino” ha dichiarato Andrea dopo aver ricevuto il TESTIMONIUM.

RIAPERTA AI TURISTI LA GROTTA DI SAN GIOVANNI A DOMUSNOVASQUESTA SERA DALLE ORE 21.00 ALLE 22.00 SU VIDEOLINA UN AMPIO SERVIZIO DELL’EVENTO

“IN CAMMINO CONTRO LO SPOPOLAMANTO”

E’ stato il titolo della manifestazione tenutasi il 27 giugno u.s. con la quale il COMUNE DI DOMUSNOVAS e il CONSORZIO NATURA VIVA con la collaborazione della FONDAZIONE CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA e la FONDAZIONE MARIA CARTA hanno inaugurato l’apertura ai turisti della GROTTA DI SAN GIOVANNI dopo il lungo intervento di recupero e di messa in sicurezza.

Nel corso della manifestazione sono stati presentati sottoterra la SECONDA EDIZIONE IN ITALIANO E IN INGLESE DELLA GUIDA DEL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA e il progetto della Fondazione Maria Carta “FREEMMOS, LIBERI DI RESTARE”.Con un concerto di eccellenti musicisti sardi si è conclusa la manifestazione.

Il Cammino Minerario di Santa Barbara nel POPOLARISSIMO PROGRAMMA di approfondimento religioso “A SUA IMMAGINE” di RAI 1 trasmesso domenica 5 luglio 2020 dalla prima rete nazionale della RAI

Nella stessa trasmissione una PROFONDA RIFLESSIONE DI PAPA FRANCESCO sul senso del cammino.

Attraverso il servizio pubblico nazionale della RAI ancora una GRANDE PROMOZIONE A COSTO ZERO per il territorio del Sulcis Iglesiente Guspinese Arburese e per il TURISMO LENTO DELLA SARDEGNA grazie al Cammino Minerario di Santa Barbara.

QUESTA MATTINA HA INIZIATO A PERCORRERE IL CMSB DON IGNAZIO SERRA, RESPONSABILE DELLA PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI E DEL TURISMO DELLA CONFERENZA EPISCOPALE SARDA

Dopo aver concelebrato la Santa Messa con il Rettore del Santuario del Buon Cammino mons. Carlo Cani e aver ricenuto la timbratura della credenziale dalle Sorelle Clarisse dell’omonimo Monastero, don Ignazio con il suo collega don Giacomo hanno iniziato a percorrere il CMSB.

Giunti alla miniera di Monteponi i due pellegrini, accompagnati dal Presidente della Fondazione CMSB, hanno potuto visitare la chiesa di Santa Barbara dove il 18 ottobre del 1985 si raccolse in preghiera S.S. PAPA GIOVANNI PAOLO ll invocando Santa Barbara come “Compatrona della mia patria e patrona universale dei minatori”.

Quindi i due Sacerdoti, dopo essersi rifocilati e aver visitato il museo di POZZO SELLA, hanno proseguito lungo la prima tappa del CMSB fino ad arrivare al villaggio minerario di Nebida.

Il CMSB CROCEVIA DEL TURISMO LENTO ED ESPERENZALE DEL SUD SARDEGNA

Le 10 pellegrine della FIDAPA del Sulcis Iglesiente che questa mattina hanno iniziato a percorrere il CMSB dopo il timbro delle credenzialinel Monastero del Buon Cammino, hanno incrociato diversi bikers nel tratto in cui il percorso pedonale coincide con quello ciclabile.

Lungo il percorso hanno potuto visitare il Pozzo Sella della miniera di Monteponi, la più maestosa struttura di archeologia industriale messa in sicurezza, rigenerata e resa fruibile negli ultimi anni dai VOLONTARI dell’Associazioe Pozzo Sella e dagli STUDENTI in programmi di ALTERNANZA SCUOLA LAVORO.

Il CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA GENERATORE DI NUOVE FORME DI ACCOGLIENZA E OSPITALITÀ

Nel MUMA HOSTEL di Sant’Antioco, struttura ricettiva convenzionata con la Fondazione CMSB, sono stati ospitati Paola Moresi e il marito Lorenzo Cogliati di Como che, con il loro figlio Lorenzo, hanno iniziato a percorrere il CMSB ricevendo alla partenza il timbro della loro CREDENZIALE.

Dopo aver percorso negli ultimi anni diversi Cammini europei, un’altra bella avventura per questa speciale famiglia che ha potuto intraprendere il Cammino grazie alla campagna #rESTATEincammino, promossa dalla Fondazione CMSB per favorire la ripresa dopo il lockdown imposto dal Covid-19.

Penultima tappa per i pellegrini che hanno ripreso il cammino dopo il lockdown

Si è conclusa nel ristorante “LETIZIA” di NUXIS con la degustazione dei pregiati prodotti dell’enogastronomia locale, la penultima tappa del Cammino Minerario di Santa Barbara che CARLO, MARCELLA, AUGUSTO, PATRIZIA, ALBERTO, PINA, ALBERTINO e PIERANGELO avevano iniziato a percorrere prima del lockdown.

Richiamati dall’hashtag #rESTATEincammino proposto dall’Ufficio Pellegrinaggi e Turismo della CEI e promosso in Sardegna dalla Fondazione CMSB, neppure le avverse condizioni meteorologiche dei giorni scorsi hanno fermato il gruppo di amici sardi che, anche sotto la pioggia, hanno provato ancora GIOIA e STUPORE nell’ammirare la BELLEZZA del Cammino Minerario di Santa Barbara.

#rESTATEincammino itinerari a donativo lungo il CMSB

Per favorire la percorrenza dei pellegrini/escursionisti lungo il Cammino dopo il lockdown imposto dal Codiv-19, la Fondazione CMSB promuove da Giugno a Settembre numerosi itinerari che prevedono da uno a tre notti di pernottamento.

L’ospitalità avverrà con la formula a donativo nelle Posadas organizzate dalla Fondazione CMSB e nelle strutture ricettive convenzionate dove i pellegrini/escursionisti potranno pernottare consegnando un voucher fornito assieme alla credenziale dalla stessa Fondazione prima della partenza.

Contiamo in questo modo di riprendere assieme il nostro cammino sulla terra più antica d’Italia, attraverso le testimonianze di 8.000 anni di storia, nella bellezza del paesaggio tra monti, mare e miniere. Sarà l’occasione per far ritornare la gioia, lo stupore e la speranza.

Siamo pronti a rimetterci in Cammino ma vogliamo farlo in sicurezza nel rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità competenti per l’attività all’aria aperta e per la ricettività. A tal proposito la Fondazione CMSB e le strutture ricettive convenzionate si sono già impegnate nella stesura delle Linee Guida per implementare operativamente il servizio necessario e garantire la massima incolumità ai pellegrini/escursionisti adottando scrupolose misure di prevenzione.

“Si tornerà alla normalità a piccoli passi – ha dichiarato il Presidente della Fondazione CMSB Giampiero Pinna e per l’estate 2020 confidiamo in particolare nel turismo di prossimità per consentire ai sardi di conoscere l’unico cammino sardo inserito nell’Atlante Nazionale dei Cammini.

Tuttavia, nonostante le necessarie cautele e restrizioni, la nostra mission, in questo delicato momento storico, è quella di tenere vivo il Cammino per favorire l’animazione del territorio attraverso la pratica del turismo lento e sostenibile.

Nella seconda edizione della Guida, disponibile nelle librerie e nella sede della Fondazione CMSB in italiano e in inglese, tutte le informazioni per conoscere e percorrere il Cammino Minerario di Santa Barbara.