Un’ippovia nel Cammino Minerario di Santa Barbara

Articolo dell’ Unione Sarda del 29 Gennaio 2019.

E’ stato presentato a San Giovanni Suergiu il primo corso per assistente tecnico equestre promosso dalla Fitetrec-Ante nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto con la Fondazione che ha ideato l’itinerario turistico religioso nel Sulcis Iglesiente che si potrà percorrere anche a cavallo.

Il CMSB si spinge verso sud ovest e anche il Comune di Sant’Anna Arresi aderisce alla Fondazione

percorso nuova tappa cammino minerario di santa barbara sant'anna arresi candiani

CON IL NUOVO PERCORSO PER IPPOVIA E CICLOVIA IL CMSB SI SPINGE VERSO SUD OVEST E ANCHE IL COMUNE DI SANT’ANNA ARRESI DELIBERA LA SUA ADESIONE ALLA FONDAZIONE.

Grazie al nuovo tracciato da percorrere anche in bicicletta e a cavallo tra vecchie cave, antichi insediamenti nuragici, immense spiagge, stagni pescosi e ricchi di biodiversità ed estesi vigneti di Carignano, il Cammino Minerario di Santa Barbara scende verso la costa meridionale del Sulcis arricchendosi di fascino e di bellezza.

Con questo straordinario patrimonio storico-culturale e paesaggistico-ambientale il Comune di Sant’Anna Arresi ha deliberato di entrare a far parte della Fondazione CMSB unendosi in tal modo al capolavoro di coesione istituzionale compiuto dai Comuni del territorio che due anni fa avevano deciso all’unanimità di costruire un progetto di sviluppo sostenibile nato dal basso e sostenuto sin dall’origine dalla giunta regionale.

Una buona notizia per l’anno nuovo che non mancherà di portare benefici al Cammino e alla comunità di Sant’Anna Arresi.

Un omaggio del Comune di Sant’Anna Arresi per i turisti che a piedi, in bicicletta e a cavallo potranno percorrere in tutte le stagioni anche questo nuovo itinerario del Cammino Minerario di Santa Barbara nella gioia, nella bellezza e nella speranza.

UN TERRITORIO IN CAMMINO VERSO LO SVILUPPO SOSTENIBILE

I sindaci del sulcis alla partenza dell'escursione del cammino minerario di santa barbara

Partiti ieri da Carbonia e felicemente arrivati a Cortoghiana per festeggiare l’80° ANNIVERSARIO DI CARBONIA lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara, RIGENERATO e dotato di una nuova segnaletica dai lavoratori del Progetto Parco Geominerario recentemente assunti dalla Fondazione CMSB grazie ai bandi e agli stanziamenti disposti dal Consiglio e dalla Giunta Regionale.

Un vivo ringraziamento a tutti i partecipanti e in particolare ai PRIVATI che con grande disponibilità e lungimiranza si sono accordati con la Fondazione CMSB per concedere la servitù di passaggio ai pellegrini/escursionisti.

Un RICONOSCIMENTO SPECIALE voglio rivolgerlo alle/ai tante/i BIKERS, AMAZZONI e CAVALIERI che hanno voluto partecipare.

Con la CICLOVIA e l’IPPOVIA pensavamo di costruire due progetti per il futuro; grazie alla vostra straordinaria partecipazione abbiamo capito che QUESTO FUTURO E’ GIÀ INIZIATO !

ASSEMBLEA APERTA DELLA FONDAZIONE CMSB

assemblea monti mannu villacidro cammino minerario di santa barbara

Gli importanti risultati conseguiti e le grandi potenzialità di sviluppo del Cammino Minerario di Santa Barbara sono state illustrate ieri mattina nel corso di un’assemblea aperta della Fondazione CMSB tenutasi nella straordinaria struttura della Locanda del Parco
appena rigenerata dopo tanti anni di abbandono grazie all’accordo sottoscritto dalla stessa Fondazione con il Comune di Villacidro.

Le opere per il recupero della struttura sono state eseguite abilmente e tempestivamente dai lavoratori del progetto Parco Geominerario (ex ATI-IFRAS) recentemente assunti dalla Fondazione a seguito dell’aggiudicazione del bando pubblico voluto e finanziato dalla Regione Sarda.

Nel cuore del complesso forestale del Monti Mannu, nei pressi del monumento naturale della cascata di Piscina Irgas, sono stati presentati, fra gli altri, i progetti preliminari per la costruzione della CICLOVIA e dell’IPPOVIA del Cammino Minerario di Santa Barbara.

IN COSTRUZIONE L’IPPOVIA DEL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA

sopralluogo cammino minerario di santa barbara

Sopralluogo ieri sera con il Sindaco di Guspini al tracciato della vecchia ferrovia mineraria a scartamento ridotto (1878-1958) costruita per il trasporto dei minerali dalla miniera di Montevecchio all’impianto metallurgico di San Gavino, per verificare il possibile riutilizzo del tracciato nell’ambito dell’ippovia del Cammino Minerario di Santa Barbara.
Il ferro di cavallo trovato lungo la sede della ferrovia conferma che il tracciato è già percorso da cavalli e cavalieri e che con modesti interventi può essere inserito nella costituenda ippovia del Cammino Minerario di Santa Barbara.

IPPOVIA LUNGO IL CMSB, grande interesse da parte delle riviste di settore

Il portale del Cavallo, Fitetrec-Ante, Il cavallo Magazine parlano del progetto dell’Ippovia lungo il CMSB

Fondazione del Cammino Minerario di Santa Barbara e Fitetrec-Ante: al lavoro sulla nuova Ippovia lunga circa 400 km.

Venerdì 13 luglio 2018 si sono riuniti nuovamente a Iglesias i vertici della Fondazione rappresentata da Giampiero Pinna e il Presidente Avv. Alessandro Silvestri della Federazione Italiana Turismo Equestre Trec e Ante

Dopo il protocollo d’intesa siglato il 15 maggio c.a. che ha l’ intento di mettere in atto forme di collaborazione tra i diversi attori protagonisti di questo progetto a 5 stelle, venerdì 13 luglio si sono riuniti nuovamente a Iglesias i vertici della Fondazione del Cammino di Santa Barbara rappresentata da Giampiero Pinna e la Fitetrec-Ante, rappresentata dal Presidente Avv Alessandro Silvestri.

Durante la mattinata, nella sede della Fondazione a Iglesias, si è svolto un incontro prettamente operativo che ha portato alla luce in primis la grande opportunità riservata alla Federazione di partecipare alla realizzazione di questa nuova Ippovia sull’isola, ma anche le problematiche da affrontare per mettere a punto l’ itinerario dedicato a cavalli e carrozze, che si sovrapporrà fondamentalmente a quello già esistente per i tratti che verranno selezionati e identificati come fruibili dagli equidi e dai loro cavalieri.

Questa nuova avventura per Fitetrec-Ante non è altro che la conferma che c’è molto da fare ancora sull’ escursionismo a cavallo, specie quando si integra con progetti come questi dedicati al Turismo Lento e sostenibile.

A riprova di quanto sopra, nel pomeriggio, si è svolto l’incontro a Iglesias ma questa volta nella sala gentilmente messa a disposizione dall’amministrazione comunale, ove sono intervenuti un discreto numero di operatori del settore equestre sardo, oltre che ad un pubblico interessato agli argomenti trattati.

Gli interventi dei responsabili, tra cui anche il Commissario Fitetrec-Ante Sardegna si sono susseguiti affrontando tematiche legate allo sviluppo e alla promozione del progetto, alla valorizzazione e alla salvaguardia del territorio interessato ed infine alla formazione rivolta ai tecnici di equiturismo già presenti in loco e ai giovani che potranno intraprendere un percorso di studi dedicato al mondo del Turismo Equestre che sempre di più rappresenterà nel terzo millennio l’anello di congiunzione tra uomo e natura/territorio.

Diverse sono stati i quesiti posti da parte degli operatori, la voce del territorio, in quanto ogni giorno vivono la realtà dell’ equiturismo in Regione, che hanno per ora manifestato l’ interesse a partecipare al progetto e che prossimamente si occuperanno ognuno per il proprio tratto di competenza, di effettuare la ricognizione del percorso, l’ analisi della fattibilità e la cartografia dedicata anche con il supporto delle nuove tecnologie elettroniche.

Per ogni informazione tutti gli interessati potranno contattare la Federazione ed il Commissario Fitetrec-Ante in Sardegna ai numeri che trovate sul sito Fitetrec Ante.

Ci auguriamo che questo sia solo l’inizio di una proficua collaborazione e che attraverso una sinergia anche con la Regione in tempi brevissimi si possa terminare la parte progettuale con nuovi punti sosta e tappa e inaugurare entro primavera 2019, magari in occasione del 150° anniversario del passaggio di Quintino Sella che viaggiò attraverso il Cammino Minerario e che cade giusto nel mese di Maggio, la nuova Ippovia che darà certo lustro allo splendido lavoro fatto dalla Fondazione Cammino di Santa Barbara e alla Federazione Italiana Turismo Equestre.