Proclamati i vincitori della 7a Edizione del Premio GoSlow-Co.Mo.Do. Menzione speciale alla Regione Sardegna con “La Ciclovia del Cammino Minerario di Santa Barbara”

Venerdì 11 ottobre 2019 sono stati proclamati a Milano  i  vincitori  della  7a edizione del Premio Go Slow-Co.Mo.Do., il più importante e unico riconoscimento italiano rivolto ai migliori progetti dedicati alla realizzazione di itinerari verdi. La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 15 novembre nell’ambito di All Routes lead to Rome.

Il Premio Go Slow-Co.Mo.Do. nasce con l’obiettivo di far emergere il ruolo centrale dell’ar- chitettura nella tutela dei territori, nella promozione di viaggi consapevoli e nei processi positivi di trasformazione del paesaggio culturale.

Per questo diffonde la cultura di progetti come garanzia di qualità ambientale e civile, premiando quelli che si distinguano per qualità e utilizzo appropriato delle strutture da rigenerare.

La giuria, composta da ingegneri, architetti  e professionisti della mobilità dolce del-       la Co.Mo.Do. della Simtur e della DMO Mediterranean Pearls, ha scelto come vincitore della categoria “Studi di fattibilità” il progetto dal Veneto: “Sviluppo di una Rete Etnografica di Mobilità Dolce per un Ecomuseo dei Cimbri dei Sette Comuni”.

Menzioni speciali alla Regione Sardegna con “La Ciclovia del Cammino Minerario  di Santa Barbara” (presentato da Sardegna CIREM, Fondazione CMSB), all’Emilia Romagna con il progetto “Ciclovia del Sole, itinerario di Bologna Metropolitana”, alla Regione Puglia con il progetto “Parco dell’Area Cave di Pietra di Apricena”, alla Regione Toscana con  il  progetto “Via  Sacra  Etrusca”, alla  Regione Marche con il  progetto “Ciclovia 77”.

Nell’apprendere con soddisfazione questa bella notizia che colloca la Sardegna tra le regioni virtuose del nostro Paese, desidero esprimere un vivo ringraziamento al Presidente del CIREM Prof. Italo Meloni e ai suoi collaboratori per aver elaborato il progetto proposto dalla Fondazione CMSB e sostenuto dal Centro Regionale di Programmazione della Regione Sarda.

La prima edizione del Santa Barbara International Music Festival tra le manifestazioni regionali di grande interesse turistico

L’assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio ha pubblicato oggi la graduatoria dei beneficiari dei contributi in favore di manifestazioni di interesse turistico previsti dalla legge regionale 7/55.

La prima edizione del Santa Barbara International Music Festival, che si è svolto da lunedì 9 a domenica 15 settembre 2019 in diversi siti emblematici delCammino Minerario di Santa Barbara con grande successo di pubblico, è beneficiaria di un contributo di Euro 30.000,00 all’interno del Cartellone delle manife-stazioni del turismo religioso.

L’edizione 2019 del Festival che nasce dall’idea di associare al cammino lento e contemplativo all’armonia della musica classica, ha messo a disposizione dei musicisti e del pubblico (oltre 1.800 spettatori nei 7 concerti della prima edizione) “teatri naturalie di archeologia mineraria” che, per fascino e suggestione, hanno lasciato un segno indelebile della bellezza del Cammino Minerario di Santa Barbara.

La manifestazione, promossa e organizzata dalla Fondazione CMSB con la direzione artistica del pianista Junhee Kim, si è svolta con il sostegno dell’Assessorato del Turismo della Regione Sarda e in collaborazione con i Comuni aderenti alla Fondazione CMSB che hanno favorito il successo del Festival.

Un grande evento e una fantastica esperienza che vogliamo ripetere e potenziare nelle prossime edizioni in quanto si è rivelato come uno straordinario attrattore in grado di qualificare l’offerta turistica sull’intero territorio attraversato dal Cammino Minerario di Santa Barbara.

ANCORA PELLEGRINI IN ARRIVO E PARTENZA NEL CMSB

Ai bergamaschi Angelo, Ermanno e Maria Maddalena è stato consegnato il TESTIMONIUM nel SANTUARIO/MONASTERO del BUON CAMMINO per aver percorso più di 200 km lungo il CMSB; mentre Giulia di Bitti ed Edoardo di Dorgali hanno iniziato a percorrere il Cammino in compagnia del loro cane Leonard.

Storie infinite e CROCEVIA DI BELLE PERSONE in arrivo da tutto il mondo che ci stanno facendo capire come il futuro sostenibile delle aree minerarie dismesse del Sulcis Iglesiente Guspinese fondato sulla valorizzazione del patrimonio storico, culturale, ambientale e religioso presente nella nostra terra SIA GIÀ INIZIATO.

DUE PELLEGRINI PROVENIENTI DALLA LIGURIA E DALLA TOSCANA HANNO CONCLUSO IERI L’INTERA PERCORRENZA DEL CMSB E UN ABRUZZESE HA INIZIATO A PERCORRERLO

Continua in tal modo l’arrivo e la partenza giornaliera dei pellegrini italiani e stranieri che percorrono il Cammino Minerario di Santa Barbara.

La bellezza, lo stupore e la gioia dei pellegrini che sempre più numerosi concludono l’intera percorrenza del CMSB sono la nostra felicità; la più grande ricompensa per l’impegno che stiamo dedicando in tanti per rendere sempre meglio percorribile e sempre più ospitale questo straordinario Cammino.

Video intervista a Letizia Pani, prima donna ad aver percorso da sola il CMSB

Quindici giorni per percorrere – in solitudine – le 24 tappe del Cammino minerario di Santa Barbara, contrassegnate da luoghi simbolo della storia mineraria, paesaggi mozzafiato e incontri ravvicinati con animali selvatici.
È l’impresa portata a termine da Maria Letizia Pani, 58 anni, di Iglesias, mamma di 5 figli e nonna di una nipotina, infermiera del 118 abituata ad affrontare le situazioni d’emergenza.
Un’esperienza per mettersi alla prova e riscoprire la propria identità di figlia della miniera. “Lo consiglio a tutti – dice – soprattutto alle donne, che hanno tante risorse nascoste”.

Intervista di Cinzia Simbula

SABATO 5 OTTOBRE ALLE ORE 14:30 IL CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA SU RAINEWS24

Riparte su Rainews24 “Cammina Italia” il viaggio lento nel Paese reale, a cura della redazione approfondimenti. Ogni due settimane un itinerario a piedi per raccontare i diversi aspetti della vita sociale, economica e culturale del Belpaese.
Ripartiamo dalla Sardegna: lungo il cammino di Santa Barbara, passeremo tra le miniere del Sulcis e tra le fabbriche di Portovesme, raccontando il rapporto tra uomo e territorio.

Sarà un’altra grande occasione generata dal Cammino Minerario di Santa Barbara per PROMUOVERE A COSTO ZERO il territorio del Sulcis Iglesiente Guspinese.

A UN PELLEGRINO TEDESCO E A UNA ITALIANA SONO STATI CONSEGNATI IL TESTIMONIUM E LA TORRE PER AVER PERCORSO INTERAMENTE IL CMSB

A GIOVANNA di Iglesias e a MARCUS della città mineraria di Bokum sono state consegnare le due premialità nel Santuario/Monastero del Buon Cammino dove sono giunti a conclusione del loro percorso.

Un’accoglienza particolare è stata riservata ai due pellegrini che hanno contribuito a promuovere il cammino raccontando giornalmente in 16 servizi trasmessi a livello nazionale da Radio Francigena l’esperienza e le emozioni della loro straordinaria esperienza lungo l’intero cammino segnata dalla gioia, dalla bellezza e dallo stupore.

Un particolare ringraziamento voglio rivolgerlo a RADIO FRANCIGENA che, anche in questa circostanza, ha adempiuto egregiamente alla sua nobile funzione rivolta a promuovere i GRANDI CAMMINI ITALIANI.