Premio tesi di Laurea 2019, secondo appuntamento

Dopo la presentazione delle prime tre tesi avvenuta nell’Aula Magna dell’Istituto Minerario di Iglesias, vi invitiamo al secondo appuntamento presso la Miniera di Montevecchio a Guspini per la presentazione della tesi in concorso dal titolo “Problemi ed opportunità di un’area minerario dismessa: il caso del distretto Arburese” della Dott.ssa Sara Mariane Cadoni, relatore Prof. Stefano Naitza, e della tesi fuori concorso “Memorie del sottosuolo” della Dott.ssa Valentina Rossella Zucca e del Dott. Davide Simoni, relatore Prof. Arturo Lanzani.

L’appuntamneto è per sabato 7 dicembre ore 16:00 presso la sala Ex mensa impiegati a Montevecchio.

NELLA BELLA CORNICE NATURALE DEL VILLAGGIO MINERARIO DI SA DUCHESSA IN COMUNE DI DOMUSNOVAS SONO INIZIATE LE CELEBRAZIONI IN ONORE DI SANTA BARBARA

Una grande folla di cittadini, assieme ad una rappresentanza di MINATORI, VIGILI DEL FUOCO e MARINAI che venerano Santa Barbara come loro patrona, hanno partecipato questa mattina alla celebrazione della S. Messa, alla processione e ai festeggiamenti in onore della Santa di Nicomedia.

Fino al 4 dicembre p.v. decine di celebrazioni, processioni e festeggiamenti in onore di Santa Barbara si terranno lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara con il quale si vuole conservare e tramandare il culto antico per la patrona dei minatori.

Allegati

IL POLO MUSEALE FRIULANO DI CAVE DEL PREDIL (Miniera di Raibl) SI CANDIDA CON LA FONDAZIONE CMSB PER L'INSERIMENTO TRA GLI ITINERARI CULTURALI EUROPEI.

Nell’accogliere favorevolmente la proposta della Fondazione CMSB di entrare nel partenariato per la candidatura tra gli ITINERARI CULTURALI EUROPEI del Consiglio d’Europa, l’Architetto Manuela Codeluppi, Presidente della COOPALEA che gestisce per conto del Comune di Tarvisio il Polo Museale di Raibl, ha avviato positivamente i contatti per inserire nello stesso partenariato il museo della miniera di BLEIBERG in AUSTRIA e quello della miniera IDRIJA in SLOVENIA.

Un ringraziamento particolare al Prof. ANTONELLO SANNA dell’Università di Cagliari che ha favorito i contatti con la Prof.ssa ANNA FRANGIPANE dell’Università di Udine che, a sua volta, si è impegnata con efficaccia e tempestività a costruire i rapporti con il polo museale FRIULANO e con quelli AUSTRIACO e SLOVENO.

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE CMSB RICEVUTO A VENEZIA DALLA DIRETTRICE DELLA SEDE ITALIANA DEL CONSIGLIO D’EUROPA

Il Presidente Giampiero Pinna ha illustrato le azioni che la Fondazione sta compiendo con altri partner internazionali per avviare la candidatura del Cammino Minerario di Santa Barbara tra gli ITINERARI CULTURALI EUROPEI del Consiglio d’Europa.

La Direttrice Luisella Pavan Woolfe, nel prendere atto che le finalità del Cammino Minerario di Santa Barbara sono perfettamente in linea con gli obiettivi della CONVENZIONE DI FARO, proposta dal Consiglio d’Europa e recentemente ratificata da Senato italiano, ha dichiarato la sua disponibilità a sostenere la candidatura.

La dott.sa Pavan Woolfe ha anche accolto l’invito ad effettuare prossimamente un sopralluogo al Cammino Minerario di Santa Barbara, cogliendo l’occasione in quella circostana per presentare in un apposito convegno le finalità della Convenzione di Faro per la valorizzazione del patrimonio culturale europeo.

Convenzione-di-Faro

Allegati

Grande successo di pubblico in occasione del Festival Scirarindi a Cagliari, dedicato al benessere, buon vivere e sostenibilità

La Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara era presente nella sezione Ecoturismo ed ha partecipato attivamente al’incontro “Per una rete collaborativa nel turismo responsabile”, dove è stato presentato un Manifesto Condiviso per la creazione di una rete di sviluppo sostenibile.

Tantissimi gli interessati tra i sardi e i turisti presenti che hanno espresso il desiderio di poter iniziare a breve la percorrenza del cammino a piedi e in bicicletta, e ancora, tante richieste per poter partecipare alle escursioni promozionali di gruppo lungo il CMSB.

PELLEGRINAGGIO ALLE RELIQUIE DI SANTA BARBARA NELL’ISOLA DI BURANO

In occasione della partecipazione alla BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ESPERIENZIALE DI VENEZIA la delegazione della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara composta dal Presidente e dai Sindaci di Carbonia, Iglesias e Guspini si è recata all’isola di Burano per rendere omaggio alle reliquie di Santa Barbara custodite in una teca d’argento nella cappella della basilica di San Martino.

La delegazione è stata accolta e accompagnata gentilmente dal prof. Marco Molin, Presidente dell’Associazione Studi Torcellani e autore del libro “Santa Barbara di Nicomedia”, che ha confermato il suo impegno per sostenere l’organizzazione del pellegrinaggio delle reliquie della Santa patrona dei minatori, dei vigili del fuoco, dei marinai e degli artiglieri lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara in Sardegna.

ANCHE IL CONSIGLIO COMUNALE DI TEULADA VOTA ALL’UNANIMITA’ PER L’INGRESSO DEL COMUNE NELLA FONDAZIONE CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA

Si consolida in tal modo il capolavoro di COESIONE ISTITUZIONALE realizzato dai Comuni del Sulcis Iglesiente Guspinese per sostenere la costruzione del Cammino Minerario di Santa Barbara.

Con l’estensione del percorso al territorio comunale di Teulada, che verrà reso operativo con la prossima pubblicazione della SECONDA EDIZIONE DELLA GUIDA, il Cammino Minerario di Santa Barbara SI ARRICCHISCE DI UN GRANDE PATRIMONIO storico, culturale e paesaggistico che sarà possibile ammirare con I TRE SISTEMI DELLA MOBILITA’ DOLCE (a piedi, a cavallo e in bicicletta).

RIAPERTA AL PUBBLICO LA GROTTA DI SANTA BARBARA

Come comunicato questa mattina dal Sindaco di Iglesias Mauro Usai e dall’Assessore dell’Industria Anita Pili, da oggi è possibile visitare la GROTTA DI SANTA BARBARA grazie alla collaborazione e all’impegno del Comune di Iglesias, dell’IGEA SpA e della Regione Sarda.

Anche i pellegrini che percorrono il Cammino Minerario di Santa Barbara potranno visitare e ammirare la maestosità e bellezza del grande capolavoro scolpito dai fenomeni carsici naturali e dedicato dai minatori alla loro Santa Patrona.

DOPO AVER PERCORSO NEI MESI SCORSI I PRIMI 200 km, la pellegrina piemontese Manuela Bianciotto ritorna in Sardegna con una sua amica di Mondovì per completare la percorrenza dell’intero Cammino Minerario di Santa Barbara

Si tratta di un altro caso di fidelizzazione per il CMSB che si arricchisce sempre più dalla partecipazione di tante donne italiane e straniere che, da sole e in compagnia di altre donne, lo percorrono con gioia e stupore ATTRATTE DAL FASCINO DI CAMMINARE NELLA BELLEZZA LUNGO IL GRANDE CAMMINO EUROPEO DEDICATO AD UNA GIOVANE E SANTA DONNA.

Particolarmente suggestiva per le due pellegrine è stata la loro partenza dalla Grotta di San Giovanni dove il Comune di Domusnovas sta completando un eccellente intervento di recupero che darà ulteriore rilevanza alla PECULIARITÀ DEL CMSB, UNICO ESEMPIO AL MONDO DOVE I PELLEGRINI POSSONO CAMMINARE SOTTOTERRA PER QUASI UN KM ammirando uno straordinario capolavoro monumentale scolpito dalla natura.