08. Arbus → Perd'e Pibera

Lunghezza: 15,4km
Dislivello: Salita 498 m – Discesa 375 m
Difficoltà: Media
Durata: 5 ore

 Descrizione sintetica

La prima parte della tappa raggiunge la pianura del Campidano, dove incontriamo il paesaggio tipico delle attività agricole e zootecniche caratterizzato da uliveti, mandorleti e da vaste distese a pascolo. Entriamo quindi nel complesso montuoso del Linas, con le sue grandi foreste e una ricca varità di giacimenti minerari.

Sicurezza e consigli utili

Si inizia su percorso urbano ad Arbus, pertanto fare attenzione al traffico veicolare.

Subito dopo il sito archeologico della Tombe dei Giganti di San Cosimo, il percorso procede alla volta di un guado sul Rio Terra Maistus. Se le condizioni meteo e/o il corso del fiume risulta in piena e il guado si mostra difficoltoso si consiglia di procedere sulla Variante (in rosso) che arriva sulla SP04.

Il passaggio permette di bypassare il guado e riprendere il percorso poco dopo. Il passaggio sulla SP04 va fatto con attenzione al traffico veicolare che insiste su tale strada.

A metà percorso si attraversa Gonnosfanadiga e anche in questo caso bisogna prestare attenzione al traffico veicolare urbano.

AVVISIAMO CHE LA SEDE DELLA FONDAZIONE SARÀ CHIUSA I GIORNI

11-13-14-15 AGOSTO